Le vacanze estive

Annamaria Bernardini de Pace LESSICO GIURIDICO oppure LE PAROLE DEL DIRITTO Genitori separati, vacanze estive e diritto di visita. Come ci si organizza? Il calendario degli incontri tra figlio e genitore non collocatario, stabilito dal giudice della separazione o del divorzio su proposta dei genitori, spesso prevede almeno una visita durante la settimana, oltre alla regola dei c.d. “weekend alternati”. Ma cosa succede durante le vacanze estive, quando di solito si lascia la città per recarsi al mare o in montagna? Nonostante non ci sia una regola precisa nel codice che disciplina questa situazione, normalmente il diritto di visita del genitore non collocatario si ritiene sospeso. In questi particolari periodi, infatti, di solito i genitori si accordano per trascorrere tempi paritetici con i figli, interrompendo così – temporaneamente – l’ordinario calendario di visita. La soluzione della c.d. sospensione del diritto di visita è ragionevole, perchè favorisce i genitori separati che vogliano sfruttare proprio un periodo lungo di vacanza per trascorrere più tempo con i figli. L’importante, come sempre, è accordarsi per tempo con l’altro genitore per la suddivisione del periodo e comunicare meta e recapiti del luogo di soggiorno.

Categorie Articoli