Anno: 2014

Una mamma può essere cattiva anche se gli italiani lo rifiutano

L’istinto materno non esiste. Quello paterno anche meno. Genitori non si nasce: si diventa. Esiste invece l’amore, paterno o materno, quando la parola amore è ricca di indispensabili contenuti: responsabilità, rispetto, affettività, ma anche capacità di considerare i figli soggetti da formare, per renderli autonomamente capaci di affrontare la vita, e non oggetti, da possedere … Leggi tutto

La femminilità non è una vergogna

Secondo Alessandra Moretti, lei rappresenta un’opportunità per il paese, che considera “scalabile” e, pertanto, vuole poter dimostrare che oltre a essere (molto) bella, è anche intelligente e competente. Un ribaltamento di pensiero che smentisce le sue colleghe di fede politica, le quali, fino all’altro ieri, per mostrarsi intellettuali e capaci, tendevano a snobbare qualsiasi segno … Leggi tutto

due ragazzi giù dall’8° piano e la famiglia che non vede. Quel naufrago d’affetto in cerca di famiglia

Due giovani sono morti. Avevano vent’anni. Forse si sono suicidati buttandosi insieme dal settimo piano. Forse lui ha ucciso lei, per portarla con sé nella morte. Forse lei ha tentato di salvarlo dalla voglia suicidaria di lui, ma è stata trascinata da un abbraccio mortale.,Probabilmente non sapremo mai la reale dinamica del terribile evento. Possiamo … Leggi tutto

Caro e noioso ex mi manchi. Per portare le valigie

Caro noioso ex,,basta sms. Ma vuoi smetterla una volta per tutte? Ci siamo lasciati. Abbiamo deciso, consapevolmente, che la nostra storia è finita. Non hanno alcun significato questi incessanti e inesorabili tuoi sms, tutti più o meno dello stesso tenore, cioè “mi manchi”. Se non mi apparissero così piagnucolanti e se non mi dessero ogni … Leggi tutto

Caro uomo ideale con te ho fatto un buco nell’acqua

Caro uomo che vorrei,,Un lampo, un tuono e subito un violento temporale estivo. E io con quei maledetti tacchi alti, malgrado la piccola ma complicata medicazione che ancora non potevo eliminare dopo l’intervento della settimana prima.,Ma perché caspita me li ero messi? Per piacerti, per rubarti lo sguardo quando ballavo e mentre camminavo. Ora ero … Leggi tutto

Caro convivente ho sopportato ma ora te ne vai

Caro convivente,,Tenacia, sordità e cecità. E moltissima dedizione. Queste sono state le mie priorità. Ti ho voluto, a ogni costo. Senza promesse né gesti solenni da parte tua. Ti amavo e basta.,Non ti voglio parlare però di sentimenti, perché tu mi guardi esterrefatto ogni volta che accenno a ipotesi emotive di qualsiasi genere. E allora … Leggi tutto

Caro amato sei una passione senza perché

Caro amato, ,L’amore è un lusso. E io l’ho avuto da te. Ogni tanto. All’improvviso. Un amore gratuito e gioioso, senza storia e senza perché. Tu sei strano. Molto. Intelligente, capace di raccordare cose lontane tra loro e di dare sapiente riverbero a ogni cosa.,Ma sei a compartimenti stagni. A volte ti penso e mi … Leggi tutto

Caro genero degenerato, vai e non tornare

Caro genero,,mi sai indicare il momento in cui da genero devoto sei diventato degenero? Forse quando hai giurato sulla tua bambina che non avevi tradito mia figlia, o quando, molto tempo prima, in segreto, l’avevi già tradita? O giorno per giorno, progressivamente, quando hai cominciato a snocciolare bugie, a trascurare la famiglia, a lamentarti di … Leggi tutto